You are currently viewing Avigliana: Estate, andata e ritorno

Avigliana: Estate, andata e ritorno

Amici di Casa Base Avigliana, eccoci qui! E’ stato un settembre intenso: l’ultima parte di vacanze, lo sprint finale della Lotteria della nostra Cooperativa Paradigma, il nostro decimo compleanno e il ritorno a scuola dei bambini. Riavvolgiamo allora il nastro dei ricordi, torniamo a inizio agosto e vi raccontiamo com’è proseguita la nostra estate… piccolo spoiler: piena di felicità, grazie a voi che avete sostenuto i nostri “Sogni d’Estate!”. 💙

NIENTE CI HA FERMATI

Come ogni anno la voglia di partire per il mare era tanta fin dall’ultimo giorno di scuola e la fantasia correva già alle giornate in spiaggia: chi già aveva vissuto le vacanze con Casa Base raccontava aneddoti e ricordi, i più piccolini, nuovi arrivati in “casa”, si ripromettevano invece d’imparare a nuotare o chissà, di vedere qualche pesciolino.

E allora si parte, è arrivato il gran giorno e… anche l’imprevisto! Carichi come sempre di valigie, materassini e giochi, dopo neanche mezz’ora di viaggio rimaniamo “a piedi”. Sì, il caro pulmino che usiamo per le vacanze ci ha abbandonati senza preavviso. Niente panico, dopo questi quasi due anni di emergenza, anche i nostri bimbi si sono fatti le ossa e armati di grande pazienza: un po’ di attesa e siamo ripartiti, con l’aria di mare della Toscana che incominciava ad accarezzarci il viso.

In campeggio abbiamo trascorso due settimane all’insegna di divertimento e soprattutto relax. A differenza dei “cugini più grandi” della comunità di Chieri, per noi di Avigliana è sempre importante coltivare la nostra rassicurante routine anche in vacanza: sveglia tardi, colazione tutti insieme e via con la giornata in spiaggia. Castelli di sabbia, piste delle biglie, partite infinite a racchettoni, qualche torneo di beach volley e tanto, tantissimo tempo in acqua a giocare con i materassini, a tuffarsi nelle onde e immergersi sott’acqua (sì, i più coraggiosi sono riusciti a vedere i pesci!).

Arrivava la sera e nonostante la giornata piena i bambini avevano ancora mille energie. Dopo una doccia fresca e un cambio d’abito, andavamo al ristorante del campeggio per la cena: anche quest’anno abbiamo ritrovato titolare e camerieri dell’anno scorso: hanno un affetto speciale per i nostri bambini e sono molto attenti alle loro esigenze. Affetto e calore sono arrivati così forti ai nostri piccoli ospiti che qualcuno, verso fine vacanza, ha proposto di fare un cartellone di ringraziamento per il campeggio: è piaciuto così tanto che i ragazzi del ristorante l’hanno appeso dietro al bancone.

Tra un giro in paese o in sala giochi, un gelato serale e qualche ora al parco o alla baby dance, era sempre difficile portarli a dormire, nessuno aveva mai sonno, ma alla fine tutti si addormentavano di colpo appena messa testa sul cuscino.

Sì, è stato difficile tornare ad Avigliana, il perchè ce lo dicono direttamente i bambini:

D., 11 anni:

“Mi sono innamorata della Toscana, voglio vivere qua, avere il mare vicino, è tutto bello!”

T., 8 anni:

“Mi sono fatto un amico simpatico, sono triste di non vederlo più tutti i giorni, ci siamo divertiti a giocare”

N., 7 anni:

“Gli educatori mi hanno fatto diventare una cotoletta in spiaggia, poi io mi sono tuffato in mare e li ho schizzati tutti”

D., 11 anni:

“Mi sono proprio divertito, mi piacciono le vacanze!”

RITORNO A CASA
con sorpresa

Tornati dal mare, agosto non era ancora terminato e abbiamo avuto tempo di partecipare ancora a qualche settimana di Centro estivo (lo stesso di luglio), che ci ha però lasciato un’amara sorpresa: uno dei nostri piccoli è risultato positivo al Covid-19. Ad Avigliana ci siamo confrontati per la prima volta con la convivenza col virus, nello stravolgersi di abitudini e organizzazione interna della vita di comunità. Non sono stati giorni facili, specie per i più piccoli, il cui entusiasmo è stato però il motore per uscirne, insieme e senza particolari conseguenze.

Ci siamo così persi qualche gorno di vacanza, gli ultimi prima di immergerci nei preparativi per il ritorno a scuola. Comprati 10 diari nuovi e siglati tutti i pennarelli, siamo arrivati al 13 di settembre emozionati e quanto mai ansiosi di rientrare in classe!

Sullo sfondo c’era poi un’altra grande occasione per tornare a festeggiare e concludere in bellezza questi mesi ricchi di giochi e nuove esperienze: il compleanno di Casa Base Avigliana. Il 25 settembre ci siamo finalmente ritrovati di persona con tanti amici per celebrare i 10 anni della nostra comunità… ma questa è un’altra storia, che vi raccontiamo QUI!

GRAZIE: SOGNI REALIZZATI
arrivederci estate

Fine settembre è anche il momento dei conti, che a Casa Base vuol dire ringraziare chi ha permesso ai nostri 10 bambini di godersi il meritato riposo e divertimento. Vuol dire ringraziare chi, anche quest’anno, ha deciso di rivolgere loro un gesto di cura, permettendogli di godersi il mare, il sole, gli amici. Un diritto di qualsiasi bimbo, ma particolarmente importante per chi cresce già facendo i conti con un percorso di vita compliato.

La nostra estate è stata il regalo dei tanti dei voi che hanno aderito alla capagna “Sogni d’Estate”, con cui abbiamo raccolto 21.018,52€. 8.753,52€ arrivati dalle donazioni, 11.130€ dal nostro contributo alla lotteria di Cooperativa Paradigma e 1.135€ dalla Festa per i 10 anni di Casa Base Avigliana.

Il ricavato della raccolta fondi estiva coprirà le spese per attività e vacanze dei bambini, la loro partecipazione ai centri estivi da giugno a settembre e le prime spese scolastiche; con la rimanenza continueremo a rinnovare gli interni della comunità per rendere ogni giorno più confortevole e accogliente la nostra casa, dalla quale vi mandiamo il più grande degli abbracci!

Elisabetta
e gli educatori di Casa Base Avigliana

Qualche altra immagine