You are currently viewing Un canestro per Casa Base

Un canestro per Casa Base

Il 13 e 14 dicembre 2021 si è svolta la prima edizione di “Un canestro per Casa Base”, torneo di pallacanestro organizzato dall’ASD Arcobaleno Basket e dall’Associazione Basket Chieri in collaborazione con UBC Unione basket collinare.

💙 Vi hanno partecipato più di 100 bambini del territorio: i 507 euro di incasso della manifestazione sono stati interamente devoluti in favore della campagna di raccolta fondi natalizia di Casa Base Chieri. Se ancora una volta la città si è stretta attorno ai bambini della comunità, lo dobbiamo all’interesse di Alice Fumello, giovane amica e volontaria di Casa Base, ma anche Coordinatrice del settore minibasket e scuola dell’Associazione sportiva dilettandistica Basket Chieri. La sua è una famiglia speciale per noi: i suoi genitori sono stati tra i primi volontari di Casa Base.

Ciao Alice e grazie! Ci fa strano intervistarti: tu a Casa Base Chieri sei davvero di Casa. Raccontaci perchè…

Ho avuto la fortuna di avere dei genitori che pur non facendomi mancare nulla mi hanno insegnato a dare peso alle cose che abbiamo e a condividere la fortuna ricevuta. Il contatto con Casa Base Chieri è stata una di quelle ricorrenti attività di famiglia durante le quali io e mia sorella, da adolescenti, abbiamo incominciato a porci delle domande. Era quel momento della vita in cui incominciamo a mettere in discussione alcuni aspetti della famiglia, quando ti sembra che tutti ce l’abbiano con te, mentre invece stanno solo cercando di indicarti la giusta strada. Se oggi sono qui a chiedermi come tenere annodato il filo che mi lega a Casa Base, significa che in quei giorni trovai risposte alle mie domande e che forse erano le risposte giuste!

Ed è da quelle risposte che nasce l’idea di un Un Canestro per Casa Base Chieri

Esattamente! Credo che le associazioni sportive costituiscano sul territorio una “rete sociale” che dà solidità alle basi su cui si fonda la nostra vita come cittadini. Non possiamo limitarci ad una sterile trasmissione di tecniche sportive, ma dobbiamo preoccuparci di formare giovani donne e uomini che siano portatori di valori positivi e funzionali alla convivenza civile. Essere solidali dev’essere il cardine della nostra azione educativa come istruttori.

Parliamo del torneo: com’è andata? Lo ripetiamo il prossimo anno?

È stata un’iniziativa di grande partecipazione e valore, forse anche più per i nostri bambini che per i vostri ragazzi. Hanno partecipato 100 bambini dai 6 ai 12 anni di età: per me era davvero importante che capissero, che fossero consapevoli dell’importanza della loro presenza e di come nel loro piccolo, semplicemente giocando e facendo ciò che più amano, stessero aiutando altri ragazzi meno fortunati di loro. Si ripeterà di sicuro il prossimo anno! Confermeremo il torneo autunnale e magari inveteremo qualche altra iniziativa solidale a margine.

Attraverso di te vogliamo ringraziare anche tutte le società partecipanti

Le cito in ordine sparso: Granda College Cuneo, Basket Chieri, TTB Pino Torinese, Arcobaleno basket, CUS Torino  e Vado Ligure.

Ringrazio anche io tutti loro per aver accolto il nostro invito. Hanno capito l’importanza dell’iniziativa per i ragazzi di Casa Base ma anche per il territorio chierese. Spero che il grande spirito di comunità dimostrato ci accompagni durante le prossime Feste in arrivo: sono davvero convinta che nella vita nessuno si salvi da solo e che dobbiamo mettere da parte ogni diffidenza verso ciò che è diverso da noi e dal nostro modo di pensare. Questo Natale cerchiamo di essere solidali, cerchiamo di condividere con gli altri la nostra gioia di vivere… ne usciremo tutti più felici!

Sostieni Casa Base
Insieme Siamo Comunità!