You are currently viewing Avigliana: uno strano Natale, ma sempre speciale!

Avigliana: uno strano Natale, ma sempre speciale!

T., 8 anni:

Quest’anno non mi piace, perché non ci sono i volontari e non possiamo neanche andare in montagna, però sono emozionato per i regali!

G., 12 anni:

Davvero, è strano essere solo tra di noi, sembra quasi un pranzo normale!

Sì, dalle parole di due dei nostri bambini emerge quanto anche a CasaBase Avigliana questo Natale vissuto a ranghi ridotti ci abbia privati di qualcosa. Dall’esterno potrebbe non sembrare, perché tra educatori e bambini siamo in tanti, ma siamo sempre noi, tutti i giorni, come una famiglia numerosa, e il pranzo di Natale invece è sempre stata occasione per riunirci con i nostri amici, per aggiungere un posto a tavola e averla tanto piena da starci stretti!

Le note negative finiscono però qui, perché intorno a noi abbiamo la fortuna di avere sempre e comunque persone speciali, che hanno saputo trovare modi nuovi per far sentire ai bambini l’affetto di chi continua a tifare per loro, con tante sorprese e gesti inaspettati.

Facciamo un passo indietro

La nostra Rossella, instancabile volontaria, anche quest’anno si è trasformata in un elfo ed è riuscita a portare avanti la sua meravigliosa tradizione natalizia, raccogliendo un sacco di doni tra amici e conoscenti.

Che dire di Sonia, un’altra super volontaria, che quest’anno si è inventata il calendario dell’avvento a sorpresa. Ogni giorno, davanti al cancello, ci faceva trovare un pacchettino con dentro un’attività da fare con i bimbi: abbiamo realizzato segnalibri, segnaposti di Natale, cucinato biscotti…

C’è poi la grande amica M. L., che leggendo una ricetta realizzata dal nostro T. in una delle newsletter precedenti, ha commissionato all’autore di quella golosità la stessa torta, regalando in cambio due videogiochi alla comunità. Il più felice di tutti era T., orgoglioso e soddisfatto di aver fatto qualcosa per i suoi compagni, entusiasti di avere qualcosa di nuovo con cui giocare!

Sono tante le persone che hanno avuto un pensiero per noi, tante quelle che hanno già risposto alla nostra letterina di Natale, altrettanti i pensieri arrivati nelle più diverse forme di vicinanza. Vogliamo per esempio ringraziare i bambini della classe 4A della Scuola Elementare Berti di Avigliana, che hanno recapitato ai loro coetanei di Casa Base doni e dolcissimi biglietti di auguri. Grazie mille, siete stati speciali!

Insieme siamo Comunità,
insieme è comunque Natale

Abbiamo aspettato il Natale circondati dal vostro affetto, con i bambini in trepidante attesa di scoprire cosa avrebbe portato loro Babbo Natale, e noi educatori felici di fargli trovare l’albero circondato da regali.

E così arriva la sera del 24, Babbo Natale passa e Casa Base Avigliana si riempie di strilli e sorrisi, si provano i giochi nuovi, passando da un regalo all’altro con l’euforia e l’iperattività che hanno solo i bambini; si mangia tanto, tantissimo, ci si riempie la pancia e la faccia di cioccolata e, fortunatamente, si riesce a giocare anche con la neve!

Neanche il tempo di rendersene conto ed era già ora di salutare il 2020, speranzosi che il 2021 ne sia solo lontano parente. Abbiamo trascorso l’ultimo dell’anno nel relax più totale tra Lego, videogiochi, film e Barbie, abbiamo cucinato gli antipasti per il cenone e mangiato di gusto la cena offerta dalla Gastronomia Milleventi, ci siamo sfidati a tombola e ballato con Just Dance, per poi fare il conto alla rovescia e urlare a squarciagola… 

Nonostante la giornata infinita, i bambini hanno avuto ancora le energie per uscire in giardino a mezzanotte, tutti imbacuccati, per guardare i fuochi d’artificio, accendere le stelline ed esprimere un desiderio.

Un abbraccio a tutti!
Elisabetta e gli operatori di Casa Base Avigliana