Youtube, che passione!

Youtube, che passione!

Lo usiamo tutti, grandi e piccini. Youtube è il social network di video più famoso al mondo. Negli ultimi anni è tornato di gran moda, in particolare fra i ragazzi più giovani e gli adolescenti. Un fenomeno sempre più diffuso: sono migliaia i giovanissimi youtuber che ogni giorno vi pubblicano contenuti autoprodotti, che tengono compagnia a milioni di ragazzi smaniosi di non perdersi gli aggiornamenti quotidiani dei loro nuovi idoli.

“Benvenuti in questo nuovo video!”

In questo mondo virtuale si può trovare qualsiasi cosa: contenuti adatti ad ogni età e passione. Come tanti coetanei là fuori, anche i nostri ragazzi ne sono immersi dalla testa ai piedi. Seguono diversi canali di youtuber famosi e, come spesso accade, a loro volta sentono il desiderio di produrre e condividere i propri contenuti.

Da qui una “grande” idea: creare dei video e pubblicarli nella chat Whatsapp degli educatori! Sì, noi educatori abbiamo anche il “compito” di guardarli e commentarli, proprio come se fossero su Youtube.

Hanno guardato così tanti video da conoscere a perfezione modalità e linguaggio che questo strumento particolare richiede. Usano il gergo degli youtuber: iniziano con “ciao ragazzi, benvenuti in questo nuovo video!” e finiscono con il classico “se questo video vi è piaciuto, commentate e lasciate un bel like!”.

L’unico limite è la fantasia

I contenuti conoscono solo i limiti della loro fantasia: si sono sbizzarriti a filmare acrobazie al parco, simulazioni di invasioni aliene, combattimenti di supereroi. Questo, ovviamente, prima del lockdown.

In questi ultimi mesi le loro possibilità creative sono state ridotte dalle tante regole imposte dall’emergenza sanitaria e hanno preferito limitarsi a guardare i loro canali preferiti e ascoltare le nuove uscite musicali. L’ultima creazione è per il momento un video tutorial in cui fanno parkour nel grande giardino della Comunità, ma ne siamo certi… superata l’emergenza ritorneranno anche fantasia e creatività!

A. 11 anni:

Il mio youtuber preferito è Gabby 16 bit: mi fa scassare dal ridere! Gioca a Minecraft, mi ha fatto scoprire una nuova versione del gioco… e poi gioca anche ad altri giochi che mi piacciono.

A. 12 anni:

Io non seguo nessuno in particolare, ma visto che ho la passione della
break-dance cerco spesso video di balli e mosse da imparare…

I più piccolini invece non ne sono così appassionati: giocano ancora poco con i videogames, e di guardare video su video con trucchetti, recensioni e consigli non ne sentono proprio il bisogno. Sono ancora in quell’età in cui si preferisce guardare video divertenti con gli animali (dovreste sentire le risate che si fanno!), cartoni animati e ricette per fabbricare lo slime in casa!

Insomma, a noi di Casa Base Avigliana questa realtà virtuale piace proprio tanto. Le vanno riconosciuti i meriti di diffondere buon umore e creatività fra i più giovani e, non per ultimo, di essersi ritagliata un importante ruolo nelle modalità di apprendimento alternativo. Perché non approfondire il tema della lezione del giorno con un bel video?

Elisabetta,
educatrice di Casa Base Avigliana