In cucina con Casa Base Chieri

In cucina con Casa Base Chieri

Qui Casa Base Chieri! Sì, siamo ancora in quarantena anche noi. Dei tanti aspetti, spesso dimenticabili, di questo lungo periodo di chiusura forzata nelle nostre case, ce n’è uno che sta invece regalando a tanti di noi momenti di genuina normalità e calore familiare. Parliamo ovviamente del ritorno in cucina! Basti guardare i social network: tutti ci stiamo improvvisando fornai e pizzaioli. Tutti stiamo riassaporando il piacere di condividere con i nostri cari quei piccoli riti quotidiani che “fanno famiglia”.

A Casa Base Chieri, che per i 10 ragazzi ospiti è casa e famiglia, è così da sempre, ma oggi… ancor di più!

La nostra torta fredda allo yogurt

In questi lunghi pomeriggi in cui ogni giorno dobbiamo inventarci qualcosa di nuovo e coinvolgente, educatori e ragazzi passano molto del loro tempo in cucina. Perché allora non preparare una merenda golosa per tutti? Vi regaliamo una delle nostre ricette.

Insieme ad A. (16 anni), abbiamo preparato una torta fredda allo yogurt. Un buon auspicio in vista delle belle giornate ormai dietro l’angolo. Fate come noi, scegliete una bella playlist musicale come sottofondo: Chef Luca (lo Chef di Chinino Food in questi mesi in prestito presso la nostra Comunità) ci dice che l’allegria è il primo ingrediente nella preparazione di un buon piatto!

GLI INGREDIENTI

  • 280 gr di biscotti secchi,
  • 170 gr di burro,
  • 700 gr di yogurt intero del gusto che preferite (noi abbiamo scelto quello bianco),
  • 300 ml di panna fresca liquida,
  • 50 gr di zucchero a velo,
  • 20 gr di gelatina in fogli,
  • 60 ml di latte intero.

IL PROCEDIMENTO

Per iniziare abbiamo sbriciolato i biscotti fino a ridurli in polvere e li abbiamo uniti al burro fuso in precedenza. Messo il composto in un tortiera e livellato per formare la base della torta, l’abbiamo riposto in frigo per faro solidificare.

La nostra playlist era a base di reggeaton, la musica preferita di A.! Perfetta per preparare la crema: A. ha montato la panna con lo zucchero a velo mentre la gelatina si ammorbidiva in acqua fredda (bastano 10 minuti!) prima di essere sciolta nel latte caldo. Abbiamo quindi unito la panna e il latte allo yogurt, sempre mescolando dal basso verso l’alto per non “smontare” la panna.

Su consiglio della nostra pasticcera A. abbiamo aggiunto alla crema qualche scaglia di cioccolata proveniente dalle nostre uova di Pasqua. Quando la crema si è amalgamata a dovere… arriva il bello: la si è distribuita sopra alla base biscottata per poi aspettare altre 2 ore circa, giusto il tempo che il freddo del frigorifero facesso nuovamente il suo dovere.

Inutile dirvi che dopo l’assaggio collettivo con tutti gli educatori e i ragazzi presenti in Comunità non ne è rimasta nemmeno una briciola. Ah, dimenticavamo! Su consiglio di A. potreste servire la torta con un aggiunta di frutti rossi o con del cioccolato fuso sopra.

E’ stato divertente passare il pomeriggio cucinando con l’educatrice Chiara, anche se poi abbiamo dovuto pulire perché la panna era finita dappertutto, compresa tra i suoi capelli.

Buon prosieguo di quarantena amici di Casa Base Chieri,
e buona merenda!

Chiara e A.