Un’esperienza da animatrice – Una storia da Casa Base

M. ha 16 anni e vive a Casa Base Chieri da novembre dell’anno scorso. La sua è la storia di tanti ragazzi in uscita da percorsi di vita complicati, che a Casa Base trovano una base sicura da cui ripartire.

Non ha perso tempo: quest’inverno ha iniziato a frequentare il gruppo animatori dell’oratorio del Duomo di Chieri e poco dopo i suoi weekend si sono riempiti con le attività da aiuto-animatrice al gruppo di ragazzi dell’oratorio; aveva il compito, saltuario all’epoca, di inventare giochi in cui coinvolgerli!

Il suo gesto di cura

È ed arrivata l’estate, così importante per noi educatori, sempre alla ricerca di nuovi modi per renderla una stagione di relax e rigenerazione per ognuno dei nostri ospiti (e voi potete darci una mano: i biglietti della nostra Lotteria solidale vi aspettano… QUI).

Per M. è stata invece occasione per vivere un passaggio decisamente simbolico nel suo percorso di crescita: è diventata animatrice! Ha regalato un pezzo della sua estate ad altri ragazzi e bambini…

Chissà se l’avrebbe mai detto quando entrò per la prima volta in Comunità… D’altronde nessuno di noi nasce e vive per se stesso, tutti prima o poi sperimentiamo la cura per gli altri, momenti che ci attraversano e ci definiscono come persone. Momenti in cui il nostro viaggio verso il futuro corre spedito!

L’Estate Ragazzi Duomo si svolge ormai da anni presso il Centro San Carlo, in via S. Agostino 1, proprio sotto la nostra Comunità. Qui M. ha messo a disposizione tempo e creatività per regalare a ragazzini più giovani di lei l’estate da sogno di cui, a quell’età, ben conosce il valore.

“Mi piace stare con gli altri”

Al centro estivo preparavo e spiegavo i giochi ai bambini delle Elementari. Facevamo anche delle gite, in piscina in cerca di un po’ di fresco, per esempio. Siamo stati anche al bioparco Zoom…

Quando le chiediamo perché abbia deciso di fare l’animatrice risponde con sincerità e va dritta al punto: “perché mi piace fare cose divertenti insieme agli altri, mangiare le pizza e stare con i bambini”

“È un’esperienza che rifarei”, continua, “mi sono divertita, mi ha lasciato moltissimo. Un po’ di stanchezza, molti di più sorrisi”. E allora avanti così, (quasi) collega! 😊

Frida e gli educatori di Casa Base Chieri

Potrebbe interessarti anche