Salutato anche l’ultimo giorno di scuola: è tempo d’estate!

E anche quest’anno scolastico se n’è andato per i giovani ospiti delle nostre Comunità, fra i suoi alti e i suoi bassi, certo, ma la fatica in fondo fa parte del viaggio di ognuno di noi. Per tutti loro, così uguali e così diversi per carattere ed età, l’ultimo giorno di scuola porta con sé lacrime e gioia, mesi di riposo e pensieri che vanno già a inediti percorsi di vita…

AVIGLIANA: la “giornata del pianto”

Pensando a quando eravamo piccoli, noi educatori ricordiamo ancora i salti di gioia al termine della scuola. I nostri bimbi invece piangono così tanto che abbiamo denominato quel giorno “la giornata del pianto”.

Anche quest’anno alcuni piangevano per la fine delle Elementari, altri perché terminava il loro percorso a Casa Base e quindi cambieranno scuola… È sempre un giorno emozionante e bellissimo, nella sua sfera di stati d’animo così contrastanti.

A. 11 anni: “La scuola è finita, è stato bello e tutti i miei compagni hanno pianto! Però abbiamo salutato benissimo le maestre. Ora posso giocare tutto il giorno…”.

Il percorso scolastico dei nostri bambini è contraddistinto da alti e bassi: non è facile mettere da parte i loro malesseri e a volte anche solo alzarsi al mattino per affrontare la giornata diventa complicato. Tuttavia le pagelle finali li hanno confortati e premiati per tutti gli sforzi fatti!

Siamo orgogliosi di tutti loro, perché hanno tenuto duro e fatto gioco di squadra, condividendo con noi interi pomeriggi di studio tra esercizi di matematica e inglese e preparazione per le verifiche… abbiamo condiviso tutto: anche l’ansia per il giorno dopo!

Nel gioco di squadra includiamo le maestre, i compagni e i loro genitori: persone fantastiche che mai hanno esitato ad aiutare i bambini e a supportare noi educatori. A tutti loro va il nostro grazie più sincero.

CHIERI: verso nuovi percorsi di vita

Anche per quest’anno i nostri ragazzi hanno concluso i loro percorsi scolastici… tra i normali alti e bassi, l’impegno è stato tanto e ha regalato le dovute soddisfazioni. Ora è tempo di guardare oltre, almeno per qualche mese, ad un’estate che non segna solo la fine della scuola ma apre anche a nuovi percorsi di vita…

I giovani di Casa Base Chieri sono più grandi rispetto a quelli della Comunità gemella di Avigliana: frequentano scuole diverse per ordine e grado, c’è chi va alla scuola alberghiera, chi al liceo scientifico e, ancora, c’è chi sostenuti gli esami e concluso il percorso formativo, tornerà a casa dalla famiglia, salutando così la comunità e gli educatori con i quali ha condiviso momenti importanti di crescita personale.

Due ragazzi vivranno la prossima estate nell’inedita veste dell’animatore per i più piccoli nei Centri estivi; qualcun altro inizierà una piccola ma importante esperienza come aiuto cuoco, altri ancora lavoreranno almeno fino ad agosto!

Per tutti gli altri, invece, questi giorni portano con sé prospettive e desideri diversi, a volte irrinunciabili, come la voglia di divertirsi e di godere del proprio tempo in compagnia degli amici. È nostra premura continuare a prenderci cura dei ragazzi di Casa Base, dando loro le giuste opportunità per farlo. Anche d’estate!

Gli educatori di Casa Base Chieri e Avigliana.
Il Team Casa Base

Potrebbe interessarti anche